Mese: settembre 2019

UNA BELLA AC E’ BEFFATA NEL RECUPERO

CONCOREZZESE – AC LISSONE 2 – 2
CONCOREZZESE: Vatteroni, Bonfanti, Villa, Schieppati, Bertini, Bazzani, Chahai, Turati (74’ Parolini), Rebuzzini (70’ Meroni), Divella (64’ Calloni), Zangari (57’ Parma). A disp. Kasyan, Oteri, De Tommasi, Megna. All. Nava Claudio
AC LISSONE : Mauri, Motta, Galimberti, Brunati, Liprino, Colombo E., Lucente, Pellegrino, Colombo L., Dell’Occa (74’ Biancardini), De Vecchi. A disp. Citterio, Scandolara, Valdez, Orlandi, Sala, Bolis, La Camera, Galtarossa. All. Corti Fabio
ARBITRO : Guarino Vito Emiliano di Abbiategrasso
MARCATORI:31’ De Vecchi (ACL), 40’ aut. Galimberti (ACL), 61’ Colombo L. (ACL), 93’ Calloni (C)
NOTE : Pomeriggio soleggiato e caldo,campo sintetico, spettatori 70 circa. Ammoniti: Bonfanti, Bertini, Calloni (C), Liprino (ACL). Corner: 3 a 3. Recuperi: 1’ pt + 4’ st.

Concorezzo – Il finale beffardo che ha chiuso il match tra Concorezzese e AC Lissone ha lasciato innegabilmente molto amaro in bocca ai lissonesi che già pregustavano il sapore della vittoria su un campo mai semplice da espugnare. La partita, intensa e colorata per larghi tratti dai colori bianco-azzurri, se per un verso ha saputo alleviare solo in parte la non ancora sopita delusione per la sconfitta casalinga patita per opera della Casati Arcore dall’altro ha saputo dimostrare quanto questa squadra possa fornire prestazioni di alto livello qualitativo benchè condizionata dalle assenze (infortuni o squalifiche). Con una univoca regia ed un pressing oltremodo alto, l’undici lissonese ha saputo imbrigliare sul nascere nella prima frazione di gioco le azioni dei locali che in più occasioni hanno dovuto affidarsi ai lanci lunghi per superare lo sbarramento lissonese; infatti, solo l’involontaria complicità della difesa lissonese in una delle sporadiche apparizioni dei bianco-rossi sulla tre-quarti ospite, ha permesso ai locali di non chiudere in svantaggio la prima frazione. Il ritmo tenuto per oltre un’ora alla fine si è dimostrato un fattore negativo sulla tenuta dei lissonesi che, nel secondo tempo, dopo essere passati nuovamente in vantaggio, gradualmente hanno abbassato il proprio baricentro, concedendo campo alle azioni locali che con pericolosità crescente mettevano in ambasce la difesa ospite sino all’epilogo finale, giunto ad un soffio dal termine del recupero concesso.
Il match, dopo un inizio equilibrato, registra la prima ed unica fiammata dei locali al 7’ con una conclusione di Divella che trova pronto Mauri alla deviazione in corner. Gli ospiti, alzato il baricentro, pressano alti ed al 10’ mettono in difficoltà la difesa locale che con un errato disimpegno mette De Vecchi nelle condizioni di battere a rete ma l’avanti lissonese è anticipato di un soffio al momento del tiro. Passano due minuti e un disimpegno fotocopia mette in azione Colombo L. che però perde l’attimo. Al 17’ De Vecchi viene fermato tardivamente per un dubbio fuorigioco mentre al 18’ un colpo di testa di Colombo L. sorvola di poco la traversa. Al 21’ servizio al limite per Colombo L. che anziché concludere cerca il dribbling permettendo al difensore di sventare. La pressione è costante ed al 31’ gli ospiti passano meritatamente in vantaggio: corner battuto dalla destra, palla lunga per il colpo di testa di Dell’Occa, l’estremo bianco-rosso smanaccia e manda la sfera sulla traversa, sul rimbalzo il più lesto è De Vecchi che deposita in rete la sua prima marcatura in maglia AC. I locali cercano invano di rispondere al vantaggio lissonese e solo grazie ad una autorete di Galimberti al 40’ riescono a chiudere in pareggio la prima frazione.
Il secondo tempo è iniziato da due minuti e subito sulla testa di Dell’Occa si presenta una ghiotta occasione ma la conclusione da buona posizione risulta debole. Lo stesso Dell’Occa ci riprova al 51’ e Vatteroni blocca in due tempi. Al 60’ ci prova Lucente ma senza troppa fortuna mentre al 61’ gli ospiti trovano il raddoppio con una bella azione corale che coinvolge Dell’Occa, De Vecchi e Colombo L. che insacca di testa. Al 65’ i lissonesi avrebbero la palla per chiudere il match ma la conclusione a colpo sicuro di Dell’Occa in area piccola viene provvidenzialmente deviata in corner dal recupero di un difensore. Passato il pericolo e dopo due sostituzioni operate da mister Nava i locali si fanno più intraprendenti ed al 74’ hanno una buona opportunità con Parma che partito dall’out sinistro, dopo aver superato due avversari arriva al tiro mandando la sfera di poco sopra la traversa. La pressione locale è interrotta all’85’ dalla conclusione da sottomisura di Colombo L. che Vatteroni mette in corner. Sono nuovamente i bianco-rossi a gettarsi nella metà campo lissonese alla ricerca del pareggio e all’88’ Calloni con una girata sorvola di poco la traversa. Gli ospiti faticano a uscire palla al piede dalla propria tre quarti e si affidano a lanci lunghi che si perdono immancabilmente nel deserto della metà campo locale. Si arriva così al 93’ quando sugli sviluppi dell’ennesimo cross si innesca una mischia in area lissonese conclusa da Calloni che appostato in area piccola, senza che nessun difensore riesca a rinviare, la mette sotto la traversa.
Si spegne così, con la dolorosa beffa finale, la speranza bianco-azzurra di conquistare l’intera posta in palio, che sarebbe stata la vera panacea per un amaro ricordo ancora troppo vivo nella mente lissonese.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES: SUL PIU’ BELLO L’AC VEDE SFUMARE LA VITTORIA

AC LISSONE – LUCIANO MANARA 2 – 2
AC LISSONE: Dell’Oro, Archesso, Aiello (74’ Serugeri), Grammatica, Sala, Nespoli, Ramadan (82’ Mazzucco), Borsetti, Caglio A. (28’ Giovannetti), Galli (56’ Caglio L.), Casiraghi. A disp. Alessandrelli, Marino, Marone, Tobaldin, De Rosa. All. Pelosi Giuseppe
LUCIANO MANARA: Pirovano (46’ Dordia), Maggioni, Comi, Zappa, Tuscano (74’ Botta), Ahdje, Melzi(64’ Mandaradoni), Curioni (71’ Fumagalli), Camesasca (79’ Colombo), Scarcia, Riva. A disp. Canali, Cazzaniga. All. Abataerusso Claudio
ARBITRO: Rossi Riccardo di Seregno
MARCATORI: 35’ e 62’ Casiraghi (ACL), 85’ Scarcia (LM), 87’ Riva (LM)
NOTE: Pomeriggio soleggiato, campo buone condizioni, spettatori 50 circa. Ammonizioni: Grammatica, Sala, Borsetti (ACL), Melzi, Mandaroni (LM). Espulsioni: Nessuna. Corner: 4 a 3 per il L. Manara. Recuperi : 2’ pt + 4’ st.

Lissone – Nonostante una prestazione volitiva contraddistinta da buone manovre e ghiotte opportunità, l’undici lissonese paga a caro prezzo il calo fisico riscontrato nella parte finale del match nel quale ha visto svanire il doppio vantaggio proprio in vista del traguardo finale.
I bianco-azzurri, al loro debutto al Comunale di Via dei Platani, dopo un inizio soft trovano una buona fluidità di manovra tanto che al 17’ sugli sviluppi di una punizione battuta da Aiello, Calgio A. manca di un niente la deviazione di testa. Cercando di sviluppare le azioni in modo manovrato al 25’ i locali hanno una buona opportunità sempre con Caglio A. che, vinto un rimpallo, si invola verso la porta avversaria ma giunto al limite anziché concludere a rete cerca un dribbling di troppo e l’opportunità sfuma. Al 32’ corner dalla destra e colpo di testa da buona posizione di Nespoli che però risulta debole e facile preda del portiere. Al 34’, sempre sugli sviluppi di corner, la girata di Borsetti è bloccata dall’estremo ospite. Passa un minuto e i locali passano: rimessa laterale dall’out destro, Borsetti prolunga per Casiraghi il cui diagonale si insacca alle spalle di Pirovano. I bianco-azzurri premono e al 43’ ci prova Ramadan ma il suo diagonale si perde sul fondo.
La ripresa si apre con una buona opportunità per i locali ma la conclusione di Borsetti termina sulla parte esterna della rete. Gli ospiti, contrastati a dovere si vedono dalle parti di Dell’Oro solo al 60’ con un’azione personale di Scarcia che dopo aver superato tre avversari conclude a rete ma l’estremo locale riesce a bloccare. Passano due minuti e l’AC raddoppia: azione sull’out sinistro di Ramadan che supera il proprio marcatore e crossa lungo per Casiraghi che appostato nell’area piccola devia in rete a fil di palo. Gli ospiti faticano a contenere le folate locali tanto che al 65’ da un’azione personale di Casiraghi nasce una buona opportunità di cui nessuno approfitta. La gara, nonostante il progressivo arretramento del baricentro lissonese, si avvia verso la conclusione con gli ospiti che iniziano a premere notevolmente stante l’evidente calo fisico lissonese. Infatti all’85’ gli ospiti accorciano le distanze: persa palla in fase di ripartenza la sfera termina sui piedi di Scarcia che anticipa l’uscita di Dell’Oro e insacca. Passano due minuti e gli ospiti pervengono al pareggio grazie a Riva che, dopo aver superato il proprio marcatore sull’out sinistro, si accentra e lascia partire una conclusione a giro che si insacca all’incrocio dei pali. Nonostante la pressione ospite anche durante il recupero il risultato non cambierà più.
Si chiude così, con tanta amarezza, una gara che avrebbe potuto far fare un importante salto in classifica ma che lascia comunque la consapevolezza di aver disputato una partita combattiva e sintomatica del costante miglioramento dell’intero gruppo.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES: L’ACL CHIUDE LA COPPA CON UN PAREGGIO

CIRCOLO GIOVANILE BRESSO – AC LISSONE 1 – 1
CIRCOLO GIOVANILE BRESSO: Gatti (76’ Valentini), La Fata, Mereu, Rizzardi, Puglisi, Casali, Riva (46’ Pagani), Pezzoni (46’ Colombo), Masahel, Saporiti, Petrone (72’ Lo Monaco). All. Ghio Alberto
AC LISSONE: Alessandrelli, Archesso (62’ Tobaldin), Aiello, Grammatica, De Rosa (55’ Nespoli), Sala, Casiraghi, Caglio L. (55’ Galli), Giovannetti (62’ Serugeri), Borsetti, Mazzucco (47’ Caglio A.). A disp. Dell’Oro, Marone, Oppolo, Marino. All. Pelosi Giuseppe
MARCATORE AC: Borsetti
NOTE: Campo buone condizioni, serata gradevole, spettatori 40 circa. Ammoniti: Nessuno. Espulsi: nessuno Corner: 4 a 4. Recuperi: 1’ pt + 4’ st.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

L’ARCORE SI CONFERMA BESTIA NERA DELL’ACL

AC LISSONE – CASATI CALCIO ARCORE 1 – 3
AC LISSONE : Citterio, Bolis (63’ Liprino), Galimberti, Donnadio, Colombo E., Colombo N., Lucente (54’ Brunati), Pellegrino, Galtarossa (75’ Dell’Occa), Colombo L., De Vecchi (70’ La Camera). A disp. Mauri, Motta, Valdez, Orlandi, Biancardini. All. Corti Fabio
CASATI CALCIO ARCORE: Bonacina, Dana (75’ Verderio), Redaelli, Galbiati, Corbetta, Borsotti, Mozzanica (54’ Coltro), Crimaldi (56’ Zorloni), Sare (70’ Bertoncino), Ciotta (80’ Dibari), Hoxha. A disp. Labate, Diana, Erba, Draisci. All. Bosis Davide
ARBITRO : Gabbio Francesco di Crema
MARCATORI: 36’ Hoxha (CCA), 48’ Colombo L. (ACL), 55’ Sare (CCA), 57’ Ciotta (CCA)
NOTE : Pomeriggio nuvoloso, campo buone condizioni, spettatori 80 circa. Ammoniti: Donnadio, Colombo N., De Vecchi (ACL), Dana, Crimaldi, Bertoncino (CCA). Espulsioni: al 41’ Colombo N. (ACL) per doppia ammonizione, al 59’ Donnadio (ACL) per proteste. Corner: 6 a 4 per l’Arcore. Recuperi: 1’ pt + 5’ st.

Lissone – Comincia a diventare una consuetudine patire e perire quando si affronta l’Arcore. Bisogna infatti tornare alla stagione 2016/17 per registrare l’ultima vittoria contro i verde-blu arcoresi. Decisamente troppo tempo. Ed anche questa volta i bianco-azzurri hanno dovuto alzare bandiera bianca di fronte ad una buona squadra, con ottime individualità, che sin da subito ha saputo mettere in difficoltà i padroni di casa che, a loro volta, non hanno saputo essere altrettanto propositivi e determinati come gli ospiti. Se consideriamo che solo in due occasioni i ragazzi di mister Corti si sono dimostrati veramente pericolosi nell’arco dei 90’ minuti (parata-traversa nel primo tempo su conclusione di Pellegrino, rete di Colombo L. nel secondo tempo), abbiamo la visione di quanta fatica abbiano fatto i lissonesi per organizzare e finalizzare azioni degne di nota. Aldilà dell’aspetto generale del match, decisamente condizionato da un arbitraggio al limite del surreale, che non vuole e non deve essere additato come scusa, quello che è parso chiaro è che qualcosa non ha funzionato sia in fase di impostazione di gioco, troppo macchinoso e con troppi metronomi, sia in fase di non possesso, stante l’assenza di incontristi capaci di produrre un efficiente filtro in mezzo al campo. Ne è conseguito uno sviluppo lento e privo di una decisa verve offensiva, incapace di sfruttare a dovere un provvidenziale e auspicabile cambio di ritmo, una sofferenza sempre maggiore per il reparto arretrato ed uno stentato rifornimento di palloni giocabili agli avanti. Altra nota dolente sono le espulsioni. In tre gare tre espulsioni sono davvero un record poco edificante; pur evidenziando che quella inflitta a Colombo N. è un’invenzione del direttore di gara, visti gli episodi in cui sono stati estratti i due gialli, a conti fatti questo autolesionismo è un’ulteriore fattore di difficoltà che va a sommarsi a quanto sottolineato in precedenza.
Ma veniamo alla cronaca. L’inizio gara, pur denotando una predisposizione al fraseggio da parte lissonese, non porta a nessuna conclusione anzi, sono gli ospiti che col passare del tempo prendono possesso della mediana rendendosi pericolosi prima al 10’ con una punizione di Ciotta dal limite che sorvola di poco la traversa e successivamente al 14’ quando una conclusione del 10 arcorese trova pronto Citterio alla deviazione. I padroni di casa rispondono al 22’ e l’occasione è di quelle importanti: lancio sulla destra per Colombo L. che giunto al limite serve centralmente Pellegrino che controlla e indirizza all’incrocio dei pali ma Bonacina si distende e devia quel tanto che basta per mandare la sfera sulla traversa e poi sul fondo. Da questo momento inizia un ottimo periodo per gli ospiti che affondano in più occasioni; al 28’ azione sull’out sinistro con cross che pesca Hoxha a centro area la cui girata è deviata da Colombo E., al 29’ conclusione dal limite di Galbiati con Citterio che mette in corner, al 32’ conclusione di Ciotta ed ancora Citterio si salva ma nulla può l’estremo lissonese al 36’ sull’incornata di Hoxha da sottomisura che da il vantaggio agli ospiti. La risposta lissonese potrebbe essere immediata al 38’ ma Lucente perde l’attimo giusto per la conclusione da buona posizione. Si giunge così al 41’ quando i locali restano in 10 per l’espulsione alquanto ingiustificata di Colombo N. per doppia ammonizione, peccato però che due minuti dopo il direttore di gara non utilizzi altrettanto zelo nell’estrarre il secondo giallo nei confronti di Crimaldi reo di un fallo da tergo ai danni di Galtarossa a centrocampo che avrebbe determinato l’espulsione del giocatore arcorese.
La ripresa, benché in inferiorità numerica, vede i lissonesi più propositivi tanto che nell’arco di due minuti pervengono al pareggio. Al 47’ azione sulla destra di Lucente che giunto in area serve Galtarossa la cui girata risulta però debole e facile preda di Bonacina. Al 48’ lancio lungo per Colombo L. che prende il tempo al proprio marcatore e si presenta davanti all’estremo ospite superandolo con una precisa conclusione. I padroni di casa, una volta raggiunta la parità, anziché giocare di rimessa vista l’inferiorità numerica cercano di sfruttare il momento ma così facendo si espongono alle ripartenze ospiti che, dopo solo 7’ ritornano in vantaggio; persa palla sulla tre-quarti arcorese, si sviluppa un contropiede sulla fascia destra condotto da Coltro che giunto sul fondo mette in mezzo per Sare appostato in area piccola per il più facile dei tap-in. Il colpo è di quelli che lasciano il segno ma peggio è quanto succede al 57’ con la terza marcatura ospite grazie alla precisa conclusione di Ciotta che conclude nel migliore dei modi un’azione personale. Con il doppio svantaggio viene meno anche la lucidità ed a farne le spese è l’esuberante Donnadio che dopo il giallo per un fallo a centrocampo rimedia il rosso diretto per le proteste susseguenti. Con la doppia inferiorità numerica da gestire ed un Arcore padrona del campo i lissonesi rischiano davvero di naufragare ma l’imprecisione sottoporta ed una sequela di fraseggi degli ospiti nella propria metà campo conducono il match verso il triplice fischio finale, non prima che il ligio direttore di gara conceda un inutile e avvilente recupero di cinque minuti.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES: A CANTU’ LA PRIMA VITTORIA DELL’AC IN CAMPIONATO

CASTELLO CITTA’ DI CANTU’ – AC LISSONE 1 – 2
CASTELLO CITTA’ DI CANTU’: Borghi, Brambilla, Hyso, Allamprese, Colla Ruvolo, usso, Tagliabue (58’ Tettamanti), Pagani (89’ Segato), Colzani (46’ Germano), Riva (73’ Salvadori), Cattaneo. A disp. Rizzi, Rinaldi, Confalone. All. Peretta Luigi
AC LISSONE : Dell’Oro, Scandolara, Aiello (76’ Arosio), Grammatica, Sala, Nespoli (76’ Marone), Casiraghi, Borsetti (63’ Caglio L.), Caglio A. (91’ Oppolo), Caglio G., Giovannetti (65’ Mazzucco). A disp. Alessandrelli, Tobaldin, De Rosa, Archesso. All. Pelosi Giuseppe
MARCATORI : Aiello, Casiraghi
NOTE : Pomeriggio assolato, campo sintetico, spettatori 40 circa. Ammoniti: Cattaneo(CCC), Grammatica, Gioannetti (ACL). Recuperi : 1’ pt + 4’ st.

Cantù – Dopo due sconfitte consecutive è giunta anche per la formazione Juniores dell’AC Lissone la prima vittoria di questo campionato, al cospetto di un temibile Castello e al termine di una gara positivamente condotta dai ragazzi di mister Pelosi che, gara dopo gara, stanno trovando il giusto feeling e la quadratura tra i reparti.
Con l’innesto una tantum di Scandolara, proveniente dalla prima squadra, l’organico si è ulteriormente assestato dimostrando, soprattutto nella prima frazione di gioco, un impegno encomiabile, foriero di un bel gioco e di un meritato doppio vantaggio.
Risulta quindi giustificata la soddisfazione dell’intero staff per un match condotto con il giusto piglio, che ha portato in dote due marcature, una per Aiello ed una per Casiraghi, un palo e svariate occasioni sprecate.
I prossimi impegni della Juniores vedranno i bianco-azzurri impegnati nel terzo turno di Coppa Lombardia martedì 24 settembre sul campo del Circolo Giovanile Bresso mentre sabato 28, per il quarto turno di campionato, affronteranno sul terreno amico il Luciano Manara.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

UN SUPER CITTERIO SALVA UNA BRUTTA ACL

AC LISSONE – CABIATE 0 – 0
AC LISSONE : Citterio, Bolis (73’ Biancardini), Galimberti, Donnadio, Colombo N., Colombo E., Dell’Occa (46’ Brunati), Pellegrino (83’ Sala), Galtarossa, Lucente (71’ Motta), De Vecchi. A disp. Mauri, Liprino, La Camera, Scandolara, Valdez. All. Corti Fabio
CABIATE : Bertoni, Bonella, Ponti, Zago, Pellicciari, Loew, De Giorgio (54’ Pozzi), Giambrone, Mauri, Colombo (79’ Campo), Pellecchia (71’ Morello). A disp. Galimberti, Banfi, Codella, Tagliabue, Izzo, Maspero. All. Bertoni Marco
ARBITRO : Sciolti Stefano di Beramo
NOTE : Pomeriggio soleggiato e afoso, campo in buone condizioni, spettatori 80 circa. Ammoniti: Dell’Occa, Donnadio, De Vecchi (ACL), Zago (C). Corner: 8 a 3 per il Cabiate. Recuperi: 1’ pt + 4’ st.

Lissone – E’ stato decisamente un pomeriggio sofferto quello trascorso dall’undici lissonese al cospetto di un fin troppo determinato Cabiate, capace di costringere i padroni di casa per larghi tratti del match nella propria metà campo. Chiudendo ogni sbocco alle manovre lissonesi, gli ospiti hanno saputo spegnere sul nascere i tentativi lissonesi di arrivare dalle parti di Bertoni, riuscendo ad imbastire a loro volta ficcanti azioni che hanno messo in ambasce i locali, soprattutto dopo che Donnadio si era fatto parare il rigore concesso per atterramento di De Vecchi. Solo tanta imprecisione ospite abbinata ad una giornata di grazia di Citterio, hanno fatto sì che la porta lissonese rimanesse inviolata permettendo ai padroni di casa di uscire indenni da un pomeriggio davvero difficile.
L’inizio compassato lissonese permette agli ospiti di manovrare liberamente ed al 5’ una insidiosa punizione battuta da Colombo si infrange sulla barriera. Il Cabiate replica al 13’ ma l’invitante cross dalla sinistra di Colombo non trova nessuno pronto alla deviazione. I locali, tra errori d’impostazione e lanci errati, riescono a confezionare una ghiotta palla gol al 20’ ma Dell’Occa manca di un niente la deviazione di testa su traversone di Lucente. Passa un minuto e la gara si potrebbe sbloccare per i locali: lancio per Galtarossa che difende palla ed entra in area corpo a corpo con il proprio marcatore, l’avanti lissonese termina a terra reclamando il rigore che non viene concesso, sugli sviluppi dell’azione palla a De Vecchi che viene atterrato a sua volta, questa volta il direttore di gara non ha dubbi ed assegna il penalty ai lissonesi, sul dischetto si presenta Donnadio che però si fa parare la conclusione. L’errore si fa sentire, i lissonesi perdono smalto e gli ospiti ne approfittano costringendo i locali nella propria tre-quarti. Al 22’ conclusione di Pellecchia respinta in tuffo da Citterio. Al 24’ cross dalla sinistra e incornata a colpo sicuro ancora di Pellecchia respinto miracolosamente da Citterio. Al 28’ i lissonesi perdono palla sulla tre-quarti riconquistata da Mauri che entra in area e tira, Citterio mette in angolo sugli sviluppi del quale il solissimo Pellicciari impatta malamente da buona posizione mettendo sul fondo. Al 30’ il contropiede orchestrato da De Giorgio avrebbe avuto sicuramente altro esito se l’esterno ospite anziché concludere a rete avesse servito Colombo o Mauri liberi nella parte sinistra dell’area lissonese. Al 33’ cross dalla sinistra, dove Colombo e Pellecchia imperversano, ma il colpo di testa di Mauri sorvola di poco la traversa. I locali “non pervenuti” sino al termine della frazione.
Il secondo tempo vede l’ingresso di Brunati al posto di un impalpabile Dell’Occa ma il canovaccio non cambia tanto che al 47’ un lancio di Pellecchia mette De Giorgio davanti a Citterio, ma la conclusione termina non di molto sul fondo. Un’AC senza idee presta il fianco alle folate ospiti che al 53’ si presentano ancora davanti a Citterio che questa volta è bravo a respingere la conclusione di Colombo. Passano tre minuti ed è la volta di Mauri a provare la via della rete con una girata da centro area che sorvola la traversa. Il predominio ospite è rotto al 66’ da una ghiotta occasione per Galtarossa che però perde il momentum per la conclusione dal limite e la difesa sventa. Al 77’ la conclusione di Brunati da 30 metri viene senza difficoltà bloccata da Bertoni. All’ 89’ un cross di Sala dalla destra trova libero Galtarossa in area che prova la girata al volo …… al bel gesto non corrisponde l’apprezzabile risultato che ci si aspetta. Si arriva così, tra ribaltamenti di fronte, all’ultimo minuto del recupero dove, ancora una volta, Citterio si prende il palcoscenico togliendo dall’incrocio dei pali la punizione calciata da Mauri.
Si chiude così, a reti inviolate, un match che ai punti avrebbe vinto sicuramente il Cabiate, mentre in casa AC si aprono delle doverose riflessioni………

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

AC…..CENDIAMO L’INIZIO CON UNA BELLA VITTORIA

ARCELLASCO CITTA’ DI ERBA – AC LISSONE 2 – 3
ARCELLASCO CITTA’ DI ERBA: Longoni, Calabresi, Santangeli, Colombo, Garofoli, Castelnuovo, Caligiuri, Gandola (80’ Valsecchi), Agostoni, Dell’Oro, Molteni (70’ Corti). A disp. Salvi, Barzaghi, Sartori, Quaini, Stefanoni, Pisa, Maggioni. All. Ottolina Alfredo
AC LISSONE : Citterio, Bolis, Galimberti, Donnadio (58’ Brunati), Colombo N., Colombo E. (55’ Liprino), Colombo L., Pellegrino, Galtarossa (64’ Dell’Occa), Lucente (85’ Motta), De Vecchi. A disp. Mauri, Scandolara, Valdez, Orlandi, Biancardini. All. Corti Fabio
ARBITRO : Vismara Francesco di Lecco
MARCATORI:10’ Agostoni (ACE), 30’ Lucente (ACL), 40’ Colombo L. (ACL), 75’ Dell’Oro (ACE), 93’ Dell’Occa (ACL) (R)
NOTE : Pomeriggio soleggiato,campo buone condizioni, spettatori 70 circa. Ammoniti: Garofoli (ACE), Bolis, Colombo L. (ACL). Espulso al 75’ Colombo L. (ACL) per doppia ammonizione. Recuperi: 2’ pt + 4’ st.

Erba – E’ stata una partita intensa e combattuta sino al termine quella che hanno disputato, con univoche motivazioni, le due formazioni in campo. Da una parte i padroni di casa, vogliosi di dimostrare le proprie qualità e cancellare il ricordo della recente retrocessione, dall’altra un’AC Lissone altrettanto vogliosa di dimostrare che la passata stagione, terminata con ben altri risultati da quelli sperati, è stata solo un incidente di percorso dal quale imparare per il futuro. Questo spirito di rivalsa delle due contendenti ha certo giovato allo spettacolo tenendo gli spettatori col fiato sospeso sino al termine del recupero quando, la trasformazione di Dell’Occa dagli undici metri, ha permesso ai bianco-azzurri di iniziare nel migliore dei modi il lungo cammino di questo campionato. Ed iniziare violando il campo di una delle più accreditate pretendenti alla vittoria finale è sicuramente un ottimo inizio. Ma siamo solo all’inizio ……. mancano 29 giornate e siamo ancora a -37 dal primo obiettivo.
L’inizio equilibrato delle due formazioni è rotto al 10’ dal vantaggio locale per merito della conclusione di Agostoni che supera Citterio. La reazione lissonese, contraddistinta da trame veloci trova coronamento al 30’ quando una potente conclusione di Galtarossa si stampa sul palo, sulla respinta piomba Lucente che insacca il pareggio. Il momento è propizio per i colori lissonesi che al 40’ passano in vantaggio grazie alla conclusione di Colombo L. che, pescato da un lancio millimetrico di Colombo N., non da scampo a Longoni.
L’inizio della seconda frazione vede i locali partire subito forte ed a 55’ Citterio si deve superare per respingere una conclusione da sottomisura di Molteni. I lissonesi riescono ad arginare le folate dei lecchesi sino al 75’ quando una corta respinta di piede di Citterio innesca Dell’Oro che non ha difficoltà ad insaccare la palla del pareggio. Nelle fasi susseguenti al pareggio locale Colombo L. prima viene ammonito e quindi espulso lasciando in inferiorità numerica i lissonesi. Ciò nonostante i ragazzi di mister Corti non demordono, e nel recupero, grazie ad un’azione personale di De Vecchi che viene atterrato in area, ottengono la concessione di un rigore che viene trasformato da Dell’Occa al 93’, chiudendo definitivamente il match.
Alla prima gara di campionato è naturalmente prematuro dare giudizi, ma esprime sensazioni è più che lecito, e queste sono positive, soprattutto se quanto visto è rapportato al valore dell’avversario.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES: L’ACL STECCA LA SUA “PRIMA” IN FASCIA “A”

AC LISSONE – SPERANZA AGRATE 0 – 3
AC LISSONE: Dell’Oro, Archesso (48’ Nespoli), Aiello (25’ Mazzucco), Borsetti, Sala, Marone, Giovannetti (34’ Nosella), Serugeri (70’ Marino), Caglio A. (64’ Arosio), Galli, Casiraghi. A disp. Alessandrelli, Caglio L., Tobaldin, De Rosa. All. Pelosi Giuseppe
SPERANZA AGRATE : Grazi, Lo Guasto, Mazzarella, Bergomi, Dragoni, Viganò, Vismara (78’ Marzucca), Villa (88’ Missaglia), Cara (70’ Porta), Brusati (76’ Lanzo), Oggioni (73’ Moretti). A disp. Tagliente, Bianchi, Bechi, Crippa. All. Panara Marco Bruno
ARBITRO: Schiavone Alfredo di Seregno
MARCATORI: Oggioni, Vismara (R), Dragoni (SA)
NOTE: Pomeriggio soleggiato, campo sintetico, spettatori 50 circa. Ammonizioni: Nessuna. Espulsioni: Nessuna. Recuperi : 1’ pt + 4’ st.

Briosco – E’ stato brusco l’approccio alla nuova realtà con la Fascia A per i ragazzi dell’AC Lissone. La netta sconfitta con la Speranza Agrate ha evidenziato che il cammino per i ragazzi di mister Pelosi è ancora lungo per raggiungere un livello qualitativo, sia nei singoli che nel gruppo, per poter sperare in un campionato tranquillo con l’ottenimento dell’obiettivo minimo previsto …… il mantenimento della categoria. Il divario palesatosi con gli ospiti, nonostante un’ammirevole volontà di applicazione di quanto preparato in settimana, può essere riassunto sia dal risultato finale sia dalla quasi inesistente pericolosità in zona offensiva salvo una punizione di Borsetti nella prima frazione di gioco, chiusasi sul doppio vantaggio ospite grazie alla segnatura di Oggioni alla mezz’ora ed al successivo rigore trasformato da Vismara. La terza segnatura agratese registrata ad inizio ripresa blindava un risultato mai apparso in discussione che, solo grazie ad un paio di interventi di Dell’Oro, non ha assunto dimensioni ancor maggiori.
Il prossimo impegno della Juniores è previsto per martedì 10 settembre sul campo del Bresso Calcio per il secondo turno di Coppa Lombardia mentre sabato 14, per la seconda giornata di campionato i ragazzi di mister Pelosi faranno visita al Cinisello.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

COPPA PROMOZIONE: DUE LEGNI FRENANO LA CORSA DI UNA POSITIVA AC

PRADALUNGHESE – AC LISSONE 1 – 1
PRADALUNGHESE: Ferraroli, Manzinali, Visconti, Bergamelli, Ghisleni, Vavassori, Quadri (59’ Mangini), Fogaroli, Torri (76’ Campanelli), Magitteri (66’ Fradegrada), Epis (46’ Crotti). A disp. Milesi, Riva, Zambetti, Fiorillo, Mariani. All. AstortiGiovann.i
AC LISSONE:Citterio, Bolis (72’ Motta), Galimberti, Donnadio, Colombo N., Colombo E., Colombo L., Pellegrino, Galtarossa (46’ Brunati, 90’ Orlandi), Lucente (79’ Biancardini), De Vecchi (84’ Scandolara). A disp. Mauri, Liprino, Valdez, Sala. All. Corti Fabio.
ARBITRO: Negri Giovanni di Legnano.
RETI: 43’ Galtarossa (ACL), 60’ Torri (P).
NOTE: Pomeriggio soleggiato, campo sintetico, spettatori 60 circa. Ammonizioni: Ferraroli, Vavassori, Riva, Fradegrada (P), Colombo E., Colombo L., Pellegrino (ACL). Corner: 7 a 2 per l’AC Lissone.Recuperi: 2’ pt+ 5’ st.

Pradalunga (Bg) – Al termine di una gara combattuta e dai ritmi sostenuti, sotto le pendici della Val Seriana i bianco-azzurri lissonesi non sono andati oltre al pareggio al cospetto di una formazione bergamasca quadrata e con buone individualità. Una prestazione, quella lissonese, alquanto positiva che ha evidenziato un buon livello di preparazione ed una coesione tra i reparti che va via via aumentando, dando forma ad un gioco bello e redditizio, con svariate occasioni da rete create.
A saggiare lo stato di salute lissonese sono stati i bianco-rossi locali che, partiti baldanzosi, al 9’ hanno subito una ghiotta occasione per passare in vantaggio grazie al rigore concesso dal direttore di gara per atterramento di Fogaroli ad opera di Galimberti; Citterio si distende alla sua sinistra e devia la conclusione dell’8 locale. Passano due minuti e i locali sfiorano nuovamente il vantaggio grazie all’incornata di Ghisleni che si stampa sul palo alla destra dell’estremo lissonese. Passato il doppio pericolo i ragazzi di mister Corti si assestano e alzano il baricentro creando al 17’ l’opportunità del vantaggio ma De Vecchi non riesce a sfruttare al meglio il lancio filtrante, perdendo l’attimo della conclusione con Ferraroli fuori dai pali. Il pallino delle operazioni è ora in mano ai bianco-azzurri che sin dalla retroguardia manovrano senza affidarsi ai lanci lunghi per saltare la pressione locale. Al 20’ un invitante cross di De Vecchi è preda di Ferraroli che anticipa di un niente Galtarossa mentre al 28’ , su maldestra uscita fallosa dell’estremo locale al limite dell’area, la punizione a giro di Pellegrino viene messa in corner dal numero 1 bergamasco. Al 32’ è la volta di De Vecchi ad avere la palla buona ma la scelta di concludere di sinistro anziché di destro fa sì che la sfera termini sul fondo. Alla fine, il buon momento lissonese, viene premiato: al 43’ l’imperiosa incornata di Galtarossa da centro area non da scampo a Ferraroli, permettendo agli ospiti di concludere in vantaggio la prima frazione non prima di aver registrato, nel primo minuto di recupero, una insidiosa conclusione di Lucente deviata dal portiere bianco-rosso.
La seconda frazione è iniziata da un solo minuto che gli ospiti colpiscono la traversa con Pellegrino sugli sviluppi di corner. I locali cercano di imporre il proprio gioco per arginare la verve lissonese ma al 55’ rischiano di subire il raddoppio ospite ma il perfetto filtrante di Brunati per Lucente non viene sfruttato a dovere con palla che termina ampiamente sul fondo. Poi al 60’, su un errato disimpegno difensivo, nasce l’azione del pareggio locale: palla conquistata sull’out destro da Fogaroli che crossa lungo per Crotti, tiro potente non trattenuto da Citterio, sulla sfera si getta Torri che anticipa i difensori e segna. La reazione lissonese, sostenuta dall’obbligo della vittoria per ambire al passaggio del turno, è pronta e si concretizza con azioni manovrate in velocità nonostante il caldo e la stanchezza. Al 67’ cross teso di Galimberti dalla sinistra per Colombo L. che al momento della conclusione viene provvidenzialmente anticipato da un difensore. Al 74’ un’azione personale di Lucente porta il 10 lissonese a superare due avversari ma la conclusione viene ribattuta mentre al 77’ una buona opportunità è sui piedi di Pellegrino ma la sua punizione dal limite termina malamente sul fondo. Dopo i reclami dei locali all’80’ per l’annullamento della rete di Mangini per fuorigioco si arriva al recupero dove entrambe le formazioni hanno la palla della vittoria: al 93’ una percussione di Scandolara mette Biancardini davanti al portiere, il tentativo di pallonetto vede la sfera incocciare sulla traversa mentre al 95’ il diagonale dal limite di Mangini esce di un niente alla sinistra di Citterio proteso in tuffo.
Il risultato ottenuto a Pradalunga, pur rendendo problematico il passaggio del turno, ha sicuramente dato importanti riscontri a mister Corti sullo stato di salute del gruppo a sua disposizione, con sostanziali indicazioni atte a pianificare il work in progress della formazione lissonese in vista del debutto in campionato sul difficile campo dell’Arcellasco Città di Erba.
Fa.Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

COPPA JUNIORES: SOLO NEL FINALE L’ACL CEDE AL CALVAIRATE

AC LISSONE – CALVAIRATE 3 – 4
AC LISSONE: Dell’Oro, Arosio (46’ De Rosa), Aiello (77’ Caglio Luca), Grammatica (53’ Casiraghi) , Nespoli (28’ Sala), Marone, Mazzucco, Borsetti, Caglio Alberto, Galli, Giovannetti. A dsp. Alessandrelli, Tobaldin, Serugeri, Marino. All. Pelosi Giuseppe.
CALVAIRATE: Caputo, Trabacchi, Capellini, Lodesani (77’ Luraschi), Borgonovo, Astori (46’ Nicolosi) Terenzio (72’ Sacchi, 88’ Paganini), Corsini, Roveri, Quiriconi, Gorla (63’ Petrera). A disp. Silva, Pagliarello. All. Destro Paolo.
MARCATORI ACL: Galli, Caglio A., Aiello.
NOTE: Campo sintetico, pomeriggio soleggiato. Ammonizioni: Borsetti, Caglio L. (ACL), Quiriconi, Gorla (C).

Briosco – Nella prima partita ufficiale disputatasi al comunale di Briosco, per il primo turno di Coppa Lombardia, la Juniores di mister Pelosi, dopo una gara propositiva, soccombe nel finale al Calvairate.
Nonostante il rammarico per il risultato finale, anche perché sul doppio vantaggio un pensierino ad un debutto vincente era stato fatto da molti, la sfida è servita al nuovo mister per fare il punto sul livello di preparazione e proseguire nel cammino di amalgama e conoscenza dei ragazzi a sua disposizione.
Alla partita, primo vero impegno ufficiale, ci si è arrivati senza aver disputato una sola amichevole e quindi la prestazione ha denotato il bisogno di miglioramento nei meccanismi tra i vari reparti. Ciò nonostante i ragazzi hanno saputo dimostrare le proprie qualità finchè la condizione li ha sorretti ma è avvio che, solo con il continuo allenamento, l’affiatamento tra i giocatori potrà portare a prestazioni sempre migliori. Per la cronaca la prima rete ufficiale della Juniores A dell’ACL è stata realizzata da Galli, seguita da quelle di Caglio A. e di Aiello.
Prossimo impegno per la juniores dell’AC Lissone sarà il debutto in campionato previsto per sabato 7 settembre contro la Speranza Agrate.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone