Mese: gennaio 2019

AC, TROPPO SPRECO PER PENSARE DI VINCERE ……… L’ALTABRIANZA RINGRAZIA

AC LISSONE – ALTABRIANZA TAVERNERIO 2 – 2
AC LISSONE: Citterio, Bolis (75’ Perez), Galimberti, Liprino, Crimella, Donnadio, Lucente, Motta, Raimondo, Biancardini (64’ Dell’Occa), Colombo L.. A disp. Mauri, Calò, Brasca, Brunati, Orlandi, Scandolara, Sala. All. Amato Alessandro.
ALTABRIANZA TAVERNERIO: Santaniello, Conti, D’Onofrio, Ghezzi, Cozza, Mauri (10’ Gandola), Canevari, Fontana, Rossetti, Donghi, Pizzi. A disp. Ricco, Consonni, Tosetti, Galtarossa, Mondella, Sala, Mauriello, Debellario. All. Guadago Pietro.
ARBITRO: Rignanese Alessio di Legnano
MARCATORI: 21’ Rossetti (AT), 33’ Donnadio (ACL), 37’ Raimondo (ACL), 47’ Canevari (AT)
NOTE: Pomeriggio freddo, campo discrete condizioni, spettatori 70 circa. Ammoniti: Liprino, Crimella (ACL), D’Onofrio, Cozza, Pizzi, Gandola (AT). Espulso dalla panchina al 38’ Debellario (AT). Corner: 5 a 3 per l’ACL. Recuperi: 2’ pt + 3’ st.

Lissone – Anche la prima giornata del girone di ritorno ha riproposto il medesimo canovaccio che ha contraddistinto, per larghi tratti, il girone di andata. Un girone nel quale il predominio territoriale e le azioni manovrate di pregevole fattura hanno prodotto numerose occasioni da rete che però sono state concretizzate in minima parte. Ebbene, se solo il 50% delle opportunità create fosse andato a buon fine, l’attacco lissonese si sarebbe potuto ben definire “spaziale” e l’andamento generale del campionato avrebbe visto l’ACL veleggiare in ben altra posizione di classifica. Invece, per i bianco-azzurri, il detto “vittoria ….. questa sconosciuta” non è solamente un emblematico modo di dire ma è realmente lo specchio di un campionato in cui la formazione lissonese risulta essere a tutti gli effetti una bella realtà ma incompiuta ….. eppure gli ingredienti per sfornare un succulento piatto da consumare nel pomeriggio domenicale ci sono tutti, ed anche di qualità, ma evidentemente tutto ciò non basta! Per tornare alla vittoria casalinga che manca dal lontanissimo 30.09.2018 (ACL – Menaggio 3-0) serve ancora più perseveranza, più determinazione, più lucidità. Ecco, se proprio vogliamo individuare una causa, è la lucidità sotto porta, a difettare. Arrivare in zona gol con azioni piacevoli e armoniche rende tutto più bello, è vero, ma è altrettanto vero che con l’estetica non si fanno né punti né strada.
Ma veniamo alla cronaca. L’inizio del match pur senza grosse opportunità, salvo una conclusione dalla distanza di Raimondo all’8’ ed una imbucata di Biancardini per lo stesso Raimondo all’11’, vede i padroni di casa ben intenzionati a mantenersi nella metà campo avversaria mentre gli ospiti cercano con ripartenze di spezzare la verve lissonese. Al 20’ sugli sviluppi di un corner, si accende una mischia in area lissonese risolta da Bolis che appostato sulla linea di porta rinvia. Passa un solo minuto ed ancora sugli sviluppi di una palla inattiva i comaschi passano: corner dalla destra, palla spizzata di testa che arriva al libero Rossetti in area piccola che non ha difficoltà ad insaccare. Al 22’ altra ghiotta opportunità per gli ospiti con Canevari che recuperata palla sulla tre-quarti si invola verso Citterio ma spreca malamente al momento della conclusione. Dopo lo scampato pericolo i locali si riversano nella metà campo avversaria ed al 24’ avrebbero anche la palla del pareggio ma la conclusione da sotto misura di Raimondo è parata d’istinto da Santaniello. Al 28’ ci prova Colombo L. ma la sua conclusione esce di un niente alla destra dell’estremo ospite. La pressione ora è costante ed al 33’ i bianco-azzurri pervengono al pareggio grazie all’imperiosa incornata di Donnadio che sfrutta a dovere una punizione dalla destra. I locali insistono ed al 37’ ribaltano lo score: conquistata palla sulla tre-quarti comasca lancio per Colombo L. che vinto il contrasto con il proprio marcatore serve a centro area Raimondo che insacca. Dalle veementi proteste degli ospiti ne fanno le spese Gandola che viene ammonito e Debellario che, su segnalazione dell’assistente, viene espulso dalla panchina. Al 40’ i lissonesi potrebbero addirittura portarsi sul doppio vantaggio ma Colombo L., dopo aver saltato il portiere tergiversa un po’ troppo e quando decide di concludere a rete centra incredibilmente il difensore che nel frattempo si era posizionato sulla linea di porta.
La ripresa è iniziata da un minuto che quasi inaspettatamente gli ospiti pareggiano grazie ad un perfetto diagonale a giro di Canevari che si insacca sul palo lontano nonostante l’estensione in tuffo di Citterio. Da questo momento non si registreranno più azioni ospiti stante la supremazia territoriale lissonese che porterà a numerose occasioni da rete. Al 48’ ci prova Motta dalla distanza con palla che sorvola la traversa. Al 53’ l’imbeccata di Lucente mette Biancardini davanti a Santaniello che è bravo a deviare la forte conclusione del giovane lissonese. Al 59’ altra grossa occasione per Colombo L. ma la sua conclusione dopo aver dribblato il portiere termina sul palo. Al 63’ è sempre l’11 lissonese ad impegnare l’estremo ospite che però nega il vantaggio locale togliendo la sfera dall’angolino basso alla sua destra. Per vivacizzare l’attacco mister Amato inserisce Dell’Occa ma è ancora Colombo L. all’80’ ad andare vicinissimo alla marcatura ma la sua conclusione a tu per tu con il portiere viene ancora una volta deviata. Nonostante si giochi ad una porta sola la sfera non ne vuole sapere di entrare come all’84’ quando è ancora Santaniello, decisamente il migliore in campo per i comaschi, a negare la rete a Dell’Occa.
La pressione locale seguiterà sino al 93’ senza però ottenere quella marcatura che avrebbe consentito ai lissonesi di ottenere una strameritata vittoria. A lungo andare l’intensità e la qualità di questa squadra ripagheranno gli sforzi profusi ma per il momento ci si deve accontentare della consapevolezza nei propri mezzi …. e dei pareggi.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES AC: IL RITORNO HA UN INIZIO PROMETTENTE

AC LISSONE – PORLEZZESE 4 – 2
LISSONE: Buccelloni, Narducci (70’ Archesso), Fais, Orlandi, Marone (86’ Colzani), Commisso, Mazzucco (89’ Ferrara), Giovannetti, Sala, Cherchi, Scandolara. A disp. Alessandrelli, Arosio, Tobaldin. All. Sala Daniele
PORLEZZESE: Strada, Aruqi, Curti (80’ Reinero), Conforti (80’ Trivelli), Pizzileo, Bragastini, Dell’Oro (85’ Fontana), Tratzi, Traversa, Di Pasquale, Malinverno. A disp. Massaini. All. Cammarano Alessandro
ARBITRO: Cazzaniga Eleonora di Seregno
MARCATORI: 3’ Dell’Oro (P), 12’ Giovannetti (ACL), 50’ Cherchi (ACL), 61’ Tratzi (P), 68’ Cherchi (ACL) (R), 78’ Mazzucco (ACL)
NOTE : Pomeriggio sereno e freddo, campo sintetico, spettatori 30 circa. Ammoniti: Narducci (ACL). Corner: 10 a 6 per l’ACL. Recuperi : 1’ pt + 4’ st.

Briosco – Il trend positivo che aveva caratterizzato la fase finale del girone di andata è proseguito anche nel primo impegno del girone di ritorno facendo registrare la netta vittoria ai danni di una Porlezzese pimpante e reduce da una positiva crescita in classifica. I ragazzi di mister Sala hanno dimostrato ancora una volta carattere e determinazione, non abbattendosi all’iniziale vantaggio ospite, per altro viziato da un netto fuorigioco, ma iniziando ad esprimere un gioco via via più incisivo che li ha condotti a ribaltare l’andamento dell’incontro. L’ennesimo errore difensivo (sta diventando, purtroppo, una consuetudine), ha riequilibrato la gara ma l’assalto finale ha rimesso le cose nel giusto ordine, spegnendo le velleità avversarie e sancendo una meritata vittoria che proietta i bianco azzurri nella parte medio-alta della classifica. Non bisogna comunque esaltarsi più di tanto ….. la classifica è talmente corta che due pareggi di fila rimetterebbero in discussione tutto quanto quindi ……. piedi ben per terra, testa sempre sul pezzo e pedalare!
La gara inizia subito col brivido e le contestazioni per il vantaggio ospite al 3’: conclusione di Tratzi dal limite che Buccelloni respinge, palla nuovamente in avanti per Dell’Oro che in netta posizione di fuorigioco supera l’estremo lissonese, rete convalidata tra le proteste dei locali. Come detto i bianco-azzurri non si perdono d’animo ed al 7’ inizia la lunga sfida che vedrà contrapposti Scandolara e l’estremo della Porlezzese che però nulla può al 12’ quando Giovannetti servito da Scandolara indirizza in rete ristabilendo il pareggio. Al 18’ ci prova Sala ma la conclusione è bloccata in due tempi. La risposta ospite arriva al 23’ con Traversa ma Buccelloni respinge in corner. Al 28’ Scandolara riceve palla sull’out di destra si accentra e conclude a rete, il portiere devia sulla traversa una palla destinata all’incrocio. A 35’ è ancora l’11 lissonese a impensierire Strada che anche in questa occasione si salva in corner. Al 41’ il quarto episodio della personale sfida tra attaccante e portiere…. tiro di Scandolara indirizzato sotto la traversa e grande risposta dell’estremo ospite che la alza in corner.
La ripresa è iniziata da 5’ che i locali passano in vantaggio: cross dalla destra di Fais, palla deviata da difensore che arriva a Cherchi che sorprende Strada. Al 52’ Sala potrebbe fare tris ma la sua girata esce di pochissimo alla destra del portiere. Il match sembra in controllo ma al 61’ ecco il solito episodio che riapre i giochi: errato disimpegno difensivo al limite dell’area palla conquistata da Tratzi che entrato in area fulmina Buccelloni. I lissonesi accusano il colpo ed al 63’ rischiano di passare in svantaggio ma la conclusione di Di Pasquale grazia Buccelloni. Al 66’ proteste lissonesi per un rigore non concesso per netto atterramento di Giovannetti mentre al 68’ non ci sono dubbi sulla concessione del penalty per atterramento di Scandolara, sul dischetto si presenta Cherchi che segna e firma la sua prima doppietta in maglia ACL. I bianco-azzurri, passati nuovamente in vantaggio, non si fermano e seguitano a spingere: al 75’ un colpo di testa di Giovannetti esce di poco mentre al 77’ è ancora Scandolara ad impegnare severamente Strada che si salva in corner. E’ il preludio al poker: discesa sulla destra di Sala che supera il proprio marcatore, entra in area e serve in mezzo l’accorrente Mazzucco per il più facile dei tap-in. All’83’ gli ospiti hanno un sussulto colpendo la traversa con una punizione di Malinverno ma, in pratica, è la loro ultima apparizione dalle parti di Buccelloni sino al triplice fischio finale.
Il prossimo incontro vedrà la juniores lissonese affrontare il Bovisio Masciago ancora tra le mura amiche. Una buona occasione per proseguire nella crescita del gruppo, dei singoli e in classifica.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

AC LISSONE…..RIPOSO-ATTIVO NELLA PAUSA NATALIZIA

Come ogni anno, la pausa invernale concomitante con le festività natalizie, per le formazioni dell’AC Lissone è sinonimo di allenamento e amichevoli.
Il 23.12.2018 sul sintetico di Briosco l’AC Lissone ha affrontato il NibbionOggiono. Aldilà del risultato finale (0 – 1 con marcatura subita al 90’) il test è stato molto importante per mister Amato per conoscere ancor di più il proprio organico e valutare eventuali accorgimenti tattici in vista del girone di ritorno del campionato che riprenderà domenica 13 gennaio quando sarà l’Altabrianza Tavernerio e far visita al comunale di Via dei Platani.
Sempre in ottica di sperimentazione sabato 05 gennaio a Milano la formazione lissonese ha affrontato il GS Villa. Anche in questo caso il match ha portato positivi spunti tattici e di organico, permettendo ai lissonesi di imporsi per 4 a 1 contro la formazione milanese che veleggia a centro classifica del girone “E” di Promozione. Per la cronaca le reti portano la firma di Lucente, Crimella e di un doppio Dell’Occa.
Anche la formazione Juniores di mister Sala sabato 05 gennaio si è cimentata in amichevole facendo visita al Sesto 2012 concludendo la propria fatica con un pirotecnico 3 a 3. I marcatori lissonesi sono stati Mazzucco, Schiraldi e Sala. Il primo impegno per la Juniores sarà il match con la Porlezzese che si disputerà a Briosco.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone