Mese: aprile 2018

PER L’AC VITTORIA E SECONDO POSTO FINALE

AC LISSONE – VILLA 3 – 0
AC LISSONE: Citterio (78’ Mauri), Motta (58’ Gelosa), Brambilla, Liprino, Colombo, Brasca (76’ Cicchetti), Bolis, Lucente, Dell’Occa (65’ Suppa), Cavallari, Sansonetti (72’ Vacri). A disp. Tagliabue, Donnadio. All. Avella
VILLA: Gandini, Schingo, Muscarella (60’ Bonometi), Beltramini, Freschi, Imbroinise (46’ Filippi), Tassoncini (46’ Alicino), Cannistra, Gariboldi, Martina (69’ Stoica), Lossani (60’ Casciello). A disp. Agnelotti, Zucchetti. All. Furgeri
ARBITRO: Toniolo Emanuele di Varese
MARCATORI: 10’ Cavallari, 30’ Dell’Occa, 48’ Sansonetti (ACL)
NOTE: Pomeriggio nuvoloso, campo in buone condizioni, spettatori 70 circa. Ammoniti: Cicchetti (ACL), Schingo (V). Corner: 4 a 2 per l’ AC Lissone. Recuperi: 1’ pt + 4’ st.

Lissone – Con un deciso colpo di reni, degno del miglior ciclista, sulla linea di arrivo della 30^ giornata l’AC Lissone è riuscita a sopravanzare la Di.Po. Vimercate, sconfitta sul terreno amico dalla già retrocessa Pro Lissone, e conquistare la seconda posizione in classifica alle spalle della vincitrice del girone, la Pontelambrese. Una posizione non da poco visto l’innegabile vantaggio di poter disputare sul terreno amico la prima gara di play-off (contro il Barzago) e l’eventuale seconda (contro la vincente dello scontro Di.Po. Vimercate-Vibe Ronchese).
I ragazzi di mister Avella questo “vantaggio” se lo sono cercato e meritato con una prestazione solida e convincente al cospetto di un Villa che, benchè invischiato nella parti basse della classifica e bisognoso di punti pesanti, non si è dimostrato capace di impensierire l’undici lissonese riuscendo a concludere a rete in modo pericoloso solamente una volta nell’arco dei 90’. Demerito loro certo, ma tanto merito va ascritto ai bianco-azzurri che hanno saputo stoppare sul nascere le azioni avversarie, creare buone azioni corali e colpire con precisione, salvo poi controllare senza nulla patire sino al triplice fischio finale. Detto della giusta e meritata ribalta nel finale di gara concessa a quei ragazzi che diligentemente hanno trascorso l’intero campionato in panchina facendosi comunque trovare pronti nel momento del bisogno, passiamo alla stringata cronaca del match.
Dopo una buona pressione al 10’ i padroni di casa passano in vantaggio grazie ad una precisa conclusione dalla distanza di Cavallari che si insacca all’incrocio dei pali. Al 17’ i locali potrebbero raddoppiare ma prima il corner battuto da Brambilla viene deviato da un difensore sul palo e poi Dell’Occa, che riprende la ribattuta, manda di poco sopra la traversa. Aldilà del possesso palla gli ospiti non creano alcunchè tanto che si arriva al 30’ e si registra il raddoppio locale: palla sui piedi di Dell’Occa che arriva al limite e tira, conclusione deviata da Imbroinise quel tanto che basta per rendere impossibile l’intervento dell’ex Gandini. Pervenuto il raddoppio il controllo del match da parte di locali è ancora più marcato senza ulteriore bisogno di spingere.
La ripresa si apre con una provvidenziale uscita alta di Gandini che toglie la sfera dalla testa di Dell’Occa, ma l’estremo ospite nulla può al 48’ sulla conclusione da sottomisura di Sansonetti servito da un errato disimpegno di Schingo. Il controllo del match non da scampo alle velleità ospiti che solo al 77’ si affacciano dalle parti dell’inoperoso Citterio con una conclusione di Beltramini che esce di un niente alla destra del portiere. Nella parte finale della gara fanno il loro ingresso in campo Cicchetti e Mauri e proprio l’estremo lissonese si mette in evidenza all’81’ uscendo tempestivamente sui piedi di Gariboldi. La gara ormai non ha più nulla da dire e si attende solo il triplice fischio che arriva dopo 4’ di recupero.
Il primo turno dei play-off vedrà l’AC Lissone impegnata al Comunale di Via dei Platani sabato 5 maggio, con inizio alle ore 16.00, contro il Barzago. La formazione lecchese, quinta al termine della stagione regolare, era stata sconfitta sia alla 3^ giornata sul suo campo (risultato 1-3) sia alla 18^ giornata (risultato 2-1).
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES, IL CAMPIONATO SI CHIUDE CON UNA SCONFITTA

CANTU SANPAOLO – AC LISSONE   4-1
CANTU SANPAOLO : Gargano, Lorenzo Ghirardi (74′ Federico Ghirardi), Tagliabue, Maiorano, Trongadi, Salvadori, Malacrida (46′ Pasqualin), Cappelletti, Lorenzo Cantaluppi (71′ Collà Ruvolo), Marchiori (55′ Gatti), Rigo (46′ Guglielmo Cantaluppi). A disp. Centurelli, Pozzi. All. Pili.
AC LISSONE : Spessato, Narducci, D’Amato, Fresca, Forastiero (60′ Colzani), Marone, Medici, Orlandi, Schiraldi, Biancardini (60′ Sala), Archesso. A disp. Buccelloni, Colzani, Vecchio, Sala, Marchesano. All. Rampinelli.
MARCATORI : 15′ Schiraldi (ACL), 52′ Lorenzo Cantaluppi (C), 58′ rig. Pasqualin (C), 68′ Lorenzo Cantaluppi (C), 80′ Federico Ghirardi (C).
AMMONITI : Marchiori e Gatti (C); Colzani (ACL).

L’AC CON CENTEMERO RIAGGUANTA LA DI.PO.

REAL MILANO – AC LISSONE 0 – 1
REAL MILANO: Forgia, Sanna, Morlacchi, Cagnazzi (66’ Silvestre), Rapone, Di Maggio, Merafino(66’ Andreev), Verdi (90’ Lorenzi), Villa, Amatulli (60’ Lo Re), Brambilla. A disp. Peroncini, Montemurro, Martellotta. All. Furlan
AC LISSONE : Citterio, Motta, Bolis, Liprino, Tagliabue, Brasca, Lucente, Ceppi (60’ Centemero), Dell’Occa, Suppa (80’ Colombo), Sansonetti (88′ Gelosa). A disp. Buccelloni, Gebbia, Vacri. All. Avella.
ARBITRO : Tagliaferri di Lovere
MARCATORI : 78’ Centemero (ACL)
NOTE: Pomeriggio molto caldo, campo sintetico, spettatori 50 circa. Ammoniti: Morlacchi (RM); Liprino (ACL). Corner: 3 a 2 per il Real Milano. Recuperi: 1’ pt + 4’ st.

Vimodrone – In una giornata in cui i ragazzi di mister Avella hanno dovuto combattere contro più avversità, l’undici lissonese seguita nella sua corsa di alta classifica per raggiungere la miglior posizione possibile in vista della post-season. Benchè scesi in campo con una formazione decimata da un virus (Cavallari, Donnadio, Cicchetti) e dalla squalifica di Brambilla, con mister Avella in non perfette condizioni fisiche, con i padroni di casa alla disperata ricerca di punti salvezza e con una temperatura decisamente agostana, i bianco-azzurri hanno per larghi tratti mantenuto il controllo del match dando la netta impressione che ad ogni loro affondo potessero sbloccare l’andamento della gara. La rete della vittoria è arrivata solo nelle fasi finali dell’incontro, grazie ad una precisa incornata di Centemero, entrato a mezz’ora dal termine i sostituzione di un positivo Ceppi, per dare maggior spinta offensiva nella ricerca del successo. Il caldo anomalo ha condizionato il match, costringendo le due formazioni ad adottare un “andamento lento” che potesse consentire ad entrambe di arrivare alla fine con ancora energie da spendere e, da questo punto di vista, i lissonesi i sono dimostrati maggiormente preparati, mettendo alle strette la difesa locale sino al triplice fischio finale.
Le fasi iniziali del match vedono gli ospiti iniziare con il giusto piglio tanto che al 3’ con Sansonetti su punizione ed al 5’ con una doppia conclusione di Ceppi mettono in difficoltà l’estremo locale. La risposta del Real è affidata alle giocate di Villa che, al 5’ serve una buona palla Rapone per una innocua deviazione di testa e poi al 20’ cerca da metà campo la rete dell’anno, con palla che termina sul fondo. Al 25’ ci prova Lucente dalla distanza mentre al 27’ un’azione personale di capitan Tagliabue vede il tiro ad incrociare uscire di pochissimo sopra la traversa. Gli ospiti mantengono il controllo del pallino ed i locali, quando ci riescono, giocano di rimessa nel tentativo di alleggerire la pressione lissonese.
La ripresa si apre sempre sugli stessi ritmi della prima frazione. La prima opportunità capita sulla testa di Villa ma Citterio sventa senza problemi. La risposta lissonese è affidata a Dell’Occa al 55’ che, sulla seconda punizione conquista al limite, sfiora di pochissimo l’incrocio dei pali. Al 65’ buona occasione lissonese ma prima Suppa e poi Dell’Occa mancano la deviazione vincente. I bianchi locali si rifanno vivi dalle parti di Citterio al 70’ con il solito Villa, ma anche questa volta l’estremo lissonese è piazzato bene e sventa senza troppi problemi. La fatica inizia a farsi sentire, soprattutto fra i locali, così i bianco-azzurri spingono alla ricerca del gol vittoria. A 75’ ci sono le prove generali ma Sansonetti, un po’ egoista nell’occasione, anziché servire in mezzo cerca la conclusione personale vedendosi murato dal difensore. Tre minuti dopo, sempre l’11 lissonese, questa volta dalla destra la mette lunga in area dove l’incornata di Centemero gonfia la rete dei bianco-rossi. L’assenza di una reazione locale permette ai lissonesi di far trascorrere il tempo senza danni, anzi all’85’ Centemero si divora il raddoppio mandando alle stelle l’invitante cross di Sansonetti.
Si chiude così in gloria la 29^ giornata di campionato con i ragazzi di mister Avella che raggiungono la Di.Po., sconfitta in quel di Pontelambro, a quota 51 punti (solo una rete di differenza permette ai bianco-verdi di considerarsi ancora secondi in classifica), in attesa del verdetto finale dell’ultima giornata quando i bianco-azzurri giocheranno tra le mura amiche affrontando il Villa mentre i vimercatesi affronteranno, anch’essi in casa, la Pro Lissone.
E proprio con due parole sulla seconda formazione di Lissone voglio chiudere questo articolo. Nella giornata in cui l’AC si guadagna l’opportunità di lottare sino alla fine per la seconda posizione finale, si registra la dolorosa retrocessione della Pro Lissone, un evento che a inizio campionato nessuno avrebbe potuto immaginare. Memore dei ventitre anni trascorsi in Pro Lissone, che non si possono dimenticare, questa retrocessione mi lascia tanto amaro in bocca e tanta delusione.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

FINE DELLA CORSA PER LA JUNIORES, IL CANTU’ VA AI PLAYOFF

AC LISSONE – SERENZA CARROCCIO   3-2
AC LISSONE : Spessato, Forastiero (60′ D’Aloiso), Archesso, Pistocchi (82′ Nitti), Marone, Narducci, Medici (66′ Sala), Orlandi, Schiraldi, Biancardini (71′ Colzani), Marchesano (53′ Bonavoglia). A disp. Buccelloni. All. Rampinelli.
SERENZA CARROCCIO : Mastrolembo, Alessandro Marelli, Monti, Romanò, Nesa (46′ Gilardoni), Penati, Bonfanti (46′ Arnaboldi), Stefano Marelli, Tranquillini (77′ Andreotti), Biraghi (64′ Giuliani), Parlati (82′ Cavallini). All. Ghioni.
MARCATORI : 15′ Bonfanti (S), 20′ Biancardini (ACL), 25′ Alessandro Marelli (S), 30′ rig. e 68′ Schiraldi (ACL).
AMMONITI : Forastiero (ACL); Monti (S).

TANTI AUGURI A …….

TANTI AUGURI A …… CRISTIAN ORLANDI

Per “Tanti auguri a … “ facciamo visita alla Juniores dell’ AC Lissone e puntiamo i riflettori su un punto fermo del centrocampo della formazione di mister Rampinelli, Cristian Orlandi. Nato il 18.04.2000, Cristian, proveniente dalla Società La Dominante, è arrivato in casa bianco-azzurra da questa stagione.
Tanti auguri Cristian.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

ACL RI“LUCENTE” …… E’ TERZA E AI PLAY-OFF

AC LISSONE – VIBE RONCHESE 1 – 0
AC LISSONE: Citterio, Motta, Brambilla (91’ Gelosa), Liprino, Tagliabue, Donnadio, Lucente (84’ Centemero), Brasca (81’ Ceppi), Dell’Occa, Suppa (74’ Bolis), Sansonetti. A disp. Mauri, Colombo, Vacri. All. Avella
VIBE RONCHESE: Soldo, Citterio, Brivio, Poli (81’ Spina), Pozzi, Cazzaniga, Colombo Lorenzo, Colombo Michele, Fruggiero, Fiore, Sagno. A disp. Brambilla, Crimella, Bandini, Mico, Perego, Fedrigucci. All. Ciofi
ARBITRO: Luchi Max di Milano
MARCATORI: 24’ Lucente (ACL)
NOTE: Pomeriggio nuvoloso, campo in buone condizioni, spettatori 70 circa. Ammoniti: Brambilla, Dell’Occa (ACL), Pozzi (VR). Al 40’ allontanato il dirigente della Vibe Ronchese per proteste. Corner: 4 a 2 per la Vibe Ronchese. Recuperi: 1’ pt + 3’ st.

Lissone – Dopo il pareggio di Costamasnaga i ragazzi di mister Avella erano chiamati ad un ben più ostico impegno affrontando la Vibe Ronchese dell’ex Fruggiero. La risposta non è mancata ed è stata di quelle importanti, permettendo ai bianco-azzurri di scavalcare in classifica proprio i giallo-verdi-viola e di posizionarsi in solitaria sul terzo gradino del provvisorio podio. E’ stata una partita combattuta e piacevolmente aperta, dalla quale entrambe le squadre si aspettavano risposte positive, se non definitive, in ottica play-off, e ciò ha senz’altro giovato allo spettacolo. Va detto, a onor del vero, che se l’incontro fosse terminato in parità non si sarebbe scandalizzato nessuno, viste le numerose azioni da rete create da entrambe le formazioni; la differenza, a favore dei padroni di casa, l’ha fatta l’aver saputo tramutare in rete una delle ghiotte opportunità create mentre gli ospiti hanno sciupato, anche clamorosamente, quelle a loro favore.
L’equilibrio di inizio match è subito rotto da Lucente che dall’out sinistro lascia partire un tiro-cross che sorvola di poco la traversa. Passano due minuti ed è Suppa a sfiorare il palo alla sinistra di Soldo con una girata dal limite. I bianco-neri ospiti si fanno vedere dalle parti di Citterio all’8’ quando il prestante Sagno da sottomisura manda la sfera alta sopra la traversa. Sin da subito la gara si mantiene su ritmi elevati con veloci cambiamenti di fronte, come al 14’ quando Lucente arrivato al limite lascia partire una conclusione che si stampa sulla traversa prima di essere allontanata. Al 23’ un lungo cross pesca in area Suppa che addomestica la sfera e conclude ma Soldo è abile nella ribattuta di piede. Nulla può però l’estremo ospite al 24’ quando una conclusione di Lucente dal limite si insacca a fil di palo. Il controllo del match da parte lissonese è rotto al 32’ quando si materializza la prima grande occasione per gli ospiti con Colombo Lorenzo che pescato solissimo a centro area manda incredibilmente alto sopra la traversa. Gli ospiti spingono e al 43’ si ripresentano dalle parti di Citterio con l’ex di turno che però manda sull’esterno della rete.
L’inizio della seconda frazione vede gli ospiti spingere sull’acceleratore, con azioni avvolgenti e sfruttando le fasce ma è su punizione al 51’ che sfiorano il pareggio con Colombo Lorenzo che impegna severamente l’estremo locale. Al 60’ altra grossa occasione sempre sui piedi di Colombo Lorenzo che da tre metri si vede murata la sua conclusione da Tagliabue. I locali non si mantengono solo sulla difensiva ma ribattono alla pressione ospite con veloci puntate come al 69’, ma Soldo è attento e sventa l’invitante cross di Brambilla indirizzato a Suppa, o come al 75’ quando una girata di Lucente avrebbe meritato miglior sorte. Al 76’ grande azione di Colombo Michele che salta tre avversari e si presenta davanti a Citterio che è bravo a respingere di piede il rasoterra indirizzato al montante destro. La risposta lissonese non si fa attendere e al 79’ è l’estremo ospite a superarsi togliendo dall’incrocio dei pali una magistrale punizione di Sansonetti. Il tempo trascorre e le forze iniziano a scarseggiare tanto che si deve attendere sino al 90’ per registrare l’ultima ghiotta occasione ospite per pareggiare: cross dalla destra di Fruggiero e colpo di testa dell’onnipresente Colombo Lorenzo che sorvola di un niente la traversa.
Nella giornata in cui la Pontelambrese ottiene la vittoria del Campionato sbancando Cinisello, in concomitanza della sconfitta casalinga della Di.Po. ad opera della Concorezzese, i colori bianco-azzurri si issano solitari al terzo posto in classifica accorciando a sole tre lunghezze il divario dai bianco-verdi ed ottenendo la loro storica prima apparizione alla post-season da quando militano in Promozione. Il destino dell’AC e della sua posizione nella griglia play-off passerà dunque attraverso la trasferta del 22 aprile affrontando il Real Milano e dello scontro casalingo del 29 aprile con il Villa.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

AC, NON TUTTO E’ PERDUTO MA ……..

MEDA – AC LISSONE 6 – 3
MEDA: Coluccio, Gallo (70’ Zrhaib), Lazzaroni, Beltrametti, Citterio, De Rosa (79’ Brunati), Massari (75’ Casieri), Ballabio, Perdichizzi (60’ Divide), Lanigra, Stemmi. A disp. Pozzi, Volpi, Vendramin. All. Asnaghi
AC LISSONE: Buccelloni, Forastiero (65’ Colzani), Archesso, Pistocchi (76’ Daloiso), Vecchio (28’ Marone), D’Amato, Bonavoglia (67’ Marchesano), Orlandi, Sala, Schiraldi, Vacri (55’ Biancardini). A disp. Spessato. All. Rampinelli
ARBITRO: Ronchi di Seregno
MARCATORI: 4’ e 53’ Massari (M), 8’ Bonavoglia (ACL), 34’ Perdichizzi (M), 38’ Citterio (M), 55’ e 88’ Schiraldi (ACL), 60’ Lanigra (M), 66’ Ballabio (M)
NOTE: Pomeriggio parzialmente soleggiato, campo pessime condizioni, spettatori 40 circa. Ammoniti: Vecchio, Bonavoglia, Orlandi (ACL). Corner: 6 a 3 per il Meda. Recuperi : 1’ pt + 2’ st.

Meda – La pesante sconfitta patita in quel di Meda ha di fatto ridotto al lumicino le possibilità della formazione Juniores dell’AC Lissone di poter ambire alla conquista dei play-off. Il divario dal Cantù è salito a 6 lunghezze e solo la matematica, a questo punto, non condanna ancora definitivamente i ragazzi di mister Rampinelli. La sconfitta, pur rendendo assai difficile il raggiungimento dell’obiettivo, impone comunque di chiudere nel migliore dei modi un campionato dalle tinte forti, un campionato che, a conti fatti, ci fa vedere il bicchiere decisamente mezzo pieno, un campionato trascorso, forse anche sorprendentemente, sempre nelle primissime posizioni della classifica. Forse proprio lo sforzo per recuperare lo svantaggio dalla Lentatese ha di fatto prosciugato le energie, fisiche e mentali, di un gruppo coeso e propositivo che però, a lungo andare, ha dovuto fare i conti con infortuni e pesanti assenze, che stanno condizionando pesantemente la fase cruciale del campionato.
La gara con il Meda, dopo essere partita da subito in salita, per la rete di Massari al 7’, veniva riequilibrata da Bonavoglia all’8’ che sfruttava a dovere una discesa di Vacri sull’out sinistro. Al 28’ Vecchio era costretto a lasciare il campo causa infortunio ed al 30’ Buccelloni metteva in corner un’insidiosa conclusione di Predichizzi. Al 34’ passavano nuovamente in vantaggio i bianco-neri grazie a Ballabio che sfruttava a dovere un errato disimpegno lissonese. Al 38’ i locali triplicavano con un tocco da sottomisura di Citterio sugli sviluppi di corner. I lissonesi pur in evidente difficoltà riuscivano a ribattere le folate locali terminando il primo tempo senza subire ulteriori reti.
La ripresa si apriva con una buona opportunità per Sala che si vedeva però respingere di piede dal portiere la conclusione da sottomisura. Al 53’, l’ennesima amnesia difensiva permetteva a Massari di involarsi verso Buccelloni e trafiggerlo con un preciso diagonale. Un moto di orgoglio portava Schiraldi a colpire al 55’ con una precisa conclusione dal limite, riaccendendo un minimo di speranza, che però veniva subito repressa dalle due marcature dei locali al 60’ e al 66’ per merito di Lanigra e Ballabio. Ormai disorientati e senza che le sostituzioni apportassero i dovuti aggiustamenti, i lissonesi trovavano la terza marcatura ancora con Schiraldi solo all’88’ quando oramai, il triplice fischio finale era atteso come il liberatorio risveglio da un bruttissimo incubo.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

LA PRO TORNA A VINCERE IL DERBY JUNIORES

AC LISSONE – PRO LISSONE    1-4
AC LISSONE : Mauri, Forastiero (82′ Narducci), Archesso, Gelosa, Vecchio, D’Amato, Schiraldi (85′ Colzani), Orlandi (56′ Pistocchi), Sala (87′ Marone), Gebbia, Vacri (56′ Marchesano). A disp. Spessato. All. Rampinelli.
PRO LISSONE : Conte, Boscolo (77′ Ghezzi), Bindiku, Caglio, Fedrigo, Riva, Ilardo, Citeri (91′ Merati), Zani (60′ Caizza), Scardinale, Monguzzi (88′ Airaghi). A disp. Mirandola, Bertinelli, Cordiani. All. Stadiotti.
MARCATORI : 20′ Vacri (ACL), 24′ Ilardo (P), 42′ Fedrigo (P), 80′ Caglio (P), 87′ Ilardo (P).
ARBITRO : Brotto di Seregno.
AMMONITI : Vecchio (ACL), Citeri (P).

Dopo due anni e mezzo, la Pro Lissone vince un derby Juniores di campionato, nello specifico quello giocato ieri sera a Briosco dopo il rinvio causa pioggia di un mese fa. Temporale anche sul nuovo sintetico, ma si gioca tranquillamente come se nulla fosse, e l’impatto buono è quello della Pro che va vicina alla rete immediata con Citeri e Monguzzi. Tuttavia, dopo un’insidiosa punizione di Gebbia deviata in angolo da Conte, alla successiva occasione Vacri (al rientro dopo un lungo stop per noie fisiche) approfitta di uno svarione di Boscolo per colpire e portare avanti l’AC. Il vantaggio dura poco, e questa sarà una delle curve prese dalla partita, che si riveleranno letali per la formazione di Rampinelli: cross da sinistra, inzuccata di Ilardo (sceso dalla prima squadra) ed il pareggio è servito. Citeri, Schiraldi e ancora Ilardo si fanno vedere senza pungere troppo, così tocca alla punizione di Fedrigo (anche’egli prestato alla Juniores) deviata dalla barriera costituire la seconda curva ed il vantaggio dei tigrotti appena prima del riposo.
Nella ripresa il primo brivido è regalato da Gelosa che svirgola favorendo il tiro debole di Zani; lo stesso centrocampista si riscatta con un interessante destro raccolto in parata da Conte. Gara equilibrata fino alla mezz’ora, periodo in cui si distinguono Gebbia con un sinistro centrale, Citeri (Ilardo sfiora soltanto ad un passo dalla linea) e Marchesano che, con una sorta di “delpierata” mancina chiama il portiere avversario all’importante deviazione poco prima del tiro di Schiraldi che sfiora il 2-2. Nel finale, esce la migliore condizione fisica della Pro, che affonda i colpi a chiudere la contesa: Mauri devia su Citeri ma nulla può sull’appoggio in gol del classe 2002 Caglio; sette minuti dopo, Ilardo fa festa e poi Caizza va addirittura vicino alla “manita”.
E’ forse stata la gara.emblema del momento della squadra di Rampinelli: vogliosa sicuramente, di buona qualità anche, ma tremendamente stanca anche a causa di una rosa che ormai è ridotta ai minimi termini. Il Cantù ha vinto lunedì il recupero col Meda ed ora l’AC deve inseguire col rischio che vincere lo scontro diretto in trasferta possa rivelarsi addirittura inutile. Nel frattempo, sabato si va a Meda contro una squadra che cerca punti in ottica salvezza.

Ufficio Stampa AC Lissone

TRE VOLTE SOTTO, TRE VOLTE AGGANCIATO IL COSTA

COSTAMASNAGA – AC LISSONE   3-3
COSTAMASNAGA : Origgi, Confuorto, Martinoia (78’ Bonassina), Conti, Farina, La Rosa, Girani, Pennati, Fjolla (91’ Caldi), Panigada (55’ D’Angelo), Magaddino (64’ Cazzaniga). A disp. Tentori, Fumagalli, Ciappesoni. All. Tremolada.
AC LISSONE : Citterio, Motta, Brambilla (50’ Suppa), Tagliabue, Colombo, Donnadio (58’ Brasca), Bolis, Ceppi (59’ Lucente), Dell’Occa, Cavallari, Centemero (59’ Sansonetti). A disp. Mauri, Liprino, Gelosa. All. Avella.
MARCATORI : 5’ Girani (C), 11’ Centemero (ACL), 31’ La Rosa (C), 51′ Cavallari (ACL), 58’ Fjolla (C), 72’ Dell’Occa (ACL).
ARBITRO : Chindamo di Como.
AMMONITI : La Rosa e Cazzaniga (C); Donnadio, Suppa e Cavallari (ACL).

Ultimamente, quando è di scena l’AC Lissone, non ci si annoia ed anzi si vedono tanti gol (venti per l’esattezza nelle ultime tre partite, di cui però ben nove al passivo…): anche a Costamasnaga non si cambia registro e Avella alla fine porta a casa un punto dolce-amaro. Amaro per le tre reti al passivo e per i modi in cui esse sono maturate: due da rimessa laterale con spizzata e conclusione facile per l’attaccante di turno (Girani e Fjolla), una su angolo con La Rosa pronto ad insaccare in piena area con scarsa opposizione. Dolce per i pochi rischi corsi (oltre ai gol, s’intende…), per il tanto gioco messo in mostra e per la capacità di reagire alle difficoltà create dal risultato per ben tre volte negativo.
Primo tempo non benissimo, per di più chiuso in svantaggio, col momentaneo pari firmato da Centemero abile a incrociare un pallone uscito da un rimpallo dopo la conclusione di Dell’Occa. Nella ripresa l’AC gioca meglio e trova il 2-2 con Cavallari lanciato in profondità e poi il 3-3 grazie ad una bella punizione di Dell’Occa che sarà ulteriore protagonista nel finale: sul secondo piazzato dal limite, Origgi si supera, mentre pare proprio da rigore la spintarella in area patita sul cross di Cavallari che lo aveva messo in condizione di fare male.
La Dipo e la Vibe vincono ed allungano, il Barzago fa 3-3 al 97′ ad Arcore e resta in scia staccando il Colico. Mercoledì sera a Vimercate l’ultimo recupero della lunga serie, ovvero quello tra Dipo e Barzago che potrebbe significare molto in ottica distacco per i playoff. Il tutto mentre la Pontelambrese attende solo la matematica per festeggiare l’Eccellenza.

Ufficio Stampa AC Lissone

PAZZO PAREGGIO PER LA JUNIORES

AC LISSONE – PORLEZZESE   1-1
AC LISSONE : Buccelloni, Archesso, Colzani (46′ Schiraldi), Gelosa (60′ Pistocchi), Vecchio, D’Amato, Medici, Orlandi, Marchesano (60′ Bonavoglia), Ciofi (71′ D’Aloiso), Vacri (46′ Narducci). A disp. Spessato, Marone. All. Rampinelli.
PORLEZZESE : Strada, Solarino, Curti, Greco, Trivelli, Spinzi, Azzola, Araujo, Traversa, Scaglione (55′ Mancassola), Malinverno. All. Cammarano.
MARCATORI : 90′ Traversa (P), 92′ Schiraldi (ACL).
ARBITRO : Silvestri di Sesto San Giovanni.
ESPULSO : 94′ Bonavoglia (ACL) per offese all’arbitro.
AMMONITI : Ciofi (ACL), Araujo (P).

Sbagliare tanto e raccogliere poco può capitare, ma alla fine succede anche di ritrovarsi soddisfatti di un punto che poteva anche non arrivare. E’ quanto successo alla Juniores ieri in casa contro la Porlezzese: scontro “facile” a guardare la classifica, non se si considerano i vari problemi (di testa e di gamba, uniti a qualche acciacco fisico) che attanagliano la truppa di Rampinelli, abile a costruire ma scellerata nel fallire il vantaggio. Nella ripresa il copione del predominio non cambia di poco, ma tutto quello non accaduto prima arriva nel finale: Traversa buca Buccelloni, Schiraldi trova il guizzo giusto per non interrompere la serie positiva ed infine un nervoso Bonavoglia manda a spigolare il direttore di gara guadagnandosi la doccia (di pochissimo) anticipata.
“Pur sbagliando troppo, abbiamo giocato da squadra nella prima frazione – dice Rampinelli – ma nella ripresa ci siamo fatti prendere dalla frenesia: ci prendiamo un punto che potrebbe rivelarsi prezioso. Nonostante alcuni infortuni che ci stanno un po’ condizionando nelle scelte, tutti stanno tirando la carretta impegnandosi al massimo per centrare l’obiettivo del playoff”.
In ottica classifica, la Lentatese perde ma ormai pare proprio andata, visti gli 8 punti di vantaggio, che in verità potrebbero ridursi a cinque se AC e Cantù (ieri vincente ed ora a pari punti coi lissonesi) dovessero far propri i rispettivi recuperi: comaschi contro il Meda domani, AC mercoledì addirittura nel derby (Briosco ore 20.00) contro una Pro che, dopo la rischiosa sconfitta di Cabiate di ieri, cerca a maggior ragione punti importanti per la salvezza diretta.

Ufficio Stampa AC Lissone