Mese: dicembre 2017

TANTI AUGURI A …….

TANTI AUGURI A ……. GRAZIANO SALA

La versione natalizia di “Tanti auguri a …” pone i suoi riflettori su una persona che, dalla nascita della Società AC Lissone, ha dedicato a questi colori gran parte della propria vita, ricoprendo vari incarichi all’interno dalla stessa, partendo da calciatore sino ad arrivare ad essere il più stretto collaboratore del Presidente. Parliamo del “Direttore” Graziano Sala, nato il 25/12/1961. Il suo impegno e la sua disponibilità lo hanno proiettato ad essere un punto di riferimento della società bianco-azzurra.
Tanti auguri Graziano.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

AUGURI DI BUON NATALE

Il Presidente, il Consiglio Direttivo, lo Staff Tecnico ed i giocatori dell’AC Lissone augurano a tutti i sostenitori lissonesi ed ai propri sponsor calorosi Auguri per un gioioso Santo Natale ed un 2018 pieno di soddisfazioni.

CAMPIONATO FERMO ..….MA NON L’AC

Nonostante la pausa natalizia, l’AC Lissone mantiene attivo il proprio programma di allenamenti, inframezzato da due amichevoli. Vediamo nello specifico il calendario degli allenamenti:
Dal 23 al 26 dicembre riposo
Il 27 ed il 28 dicembre allenamento ore 19.30
Il 29 amichevole Arcellasco-ACL (Lambrone, ore 19.30)
Dal 30 dicembre al 02 gennaio 2018 riposo
Il 3, 4 e 5 gennaio allenamento ore 19.30
Il 6 gennaio amichevole Novara Primavera-ACL (Novarello, ore 14.30)
Il 7 e 8 gennaio riposo
Dal 9 gennaio gli allenamenti tornano al programma regolare
L’inizio del girone di ritorno del campionato è previsto per domenica 14 gennaio 2018: ColicoDerviese-ACL (ore 14.30)

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

TANTI AUGURI A ……

TANTI AUGURI A …….NICOLO’ CAVALLARI

Per “Tanti auguri a …” in versione natalizia, i riflettori sono puntati su uno dei punti di forza dell’attacco dell’AC Lissone, Nicolò Cavallari. Nato il 21/12/1990, Nicolò, proveniente dal Cinisello, ormai da due anni inserito nella realtà lissonese, si è distinto per la generosità e la vena realizzativa, divenendo, grazie al suo impegno punto di riferimento del reparto avanzato bianco-azzurro.
Tanti auguri Nicolò.
Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

L’ AC FA E DISFA …….. SOLO PARI CON IL VILLA

VILLA – AC LISSONE 1 – 1
VILLA: Gandini, Filippi, Bonometti (78’ Stoica), Beltramini, Freschi, Imbroinise, Tassoncini, Cannistrà, Alicino, Martina (73’ Cascello), Muscarella. A disp. Agnelotti, Gariboldi, Ziglioli, Lastrucci. All. Furgeri
AC LISSONE : Citterio, Motta, Brambilla (91’ Brasca), Tagliabue, Liprino, Donnadio, Lucente, Ceppi (72′ Suppa), Dell’Occa, Cavallari, Centemero (60′ Vacri). A disp. Mauri, Bonavoglia, Cicchetti, Gebbia. All. Avella.
ARBITRO: Dania di Milano
MARCATORE: 62’ Autorete Tagliabue (ACL), 88’ Donnadio (ACL) (R)
NOTE: Pomeriggio soleggiato e freddo, campo sintetico, spettatori 60 circa. Ammoniti: Bonometti, Imbroinise (V), Brambilla, Tagliabue, Ceppi, Centemero (ACL). Corner:4 a 3 per l’AC Lissone. Recuperi: 2 pt’ + 4’ st.

Sesto San Giovanni – Si è concluso con un sofferto pareggio sul campo del non irresistibile Villa il girone di andata dell’AC Lissone. Un pareggio concretizzatosi esclusivamente per merito degli ospiti che, come spesso accade, hanno fatto il bello e il cattivo tempo dimostrandosi ancora una volta “belli e incompiuti”. Belli perché hanno dimostrato, rispetto agli avversari, di avere sicuramente un qualcosa in più sia sotto l’aspetto qualitativo, quantitativo e di singoli ….. incompiuti perché, a tanta bellezza di manovra, non corrisponde una capacità realizzativa degna del volume e della qualità di gioco dimostrata. Gli sforzi lissonesi hanno rischiato di incassare un dividendo nullo grazie alla sfortunata autorete di Tagliabue ma grazie all’arrembaggio finale i ragazzi di mister Avella hanno ottenuto il giusto e meritato pareggio con il rigore trasformato da Donnadio che, con ancora sei minuti da giocare, ha fatto nascere nei lissonesi la naturale aspirazione a far propria l’intera posta in palio. La foga è da sempre cattiva consigliera e solo grazie al piedone di Citterio, che metteva in corner una conclusione di Cascello all’89’, siamo ora a commentare un pareggio anziché una sconfitta, cosa che sarebbe stata davvero un’ingiustizia ma comunque figlia della difficoltà realizzativa lissonese.
Con una formazione leggermente corretta, stante il perdurare dell’assenza di Sansonetti, con la conferma del giovane Dell’Occa, ed una panchina decisamente baby che annoverava la prima convocazione del nuovo portiere Tommaso Mauri, classe 2000, l’AC parte convinta e subito al 3’ mette sui piedi di Lucente la palla del vantaggio che però viene malamente sprecata. La risposta dei locali, in quella che sarà l’unica conclusione nella prima frazione di gioco, arriva al 10’ per merito di Tassoncini, con palla di poco sul fondo. Il predominio territoriale lissonese è netto ma bisogna attendere sino al 35’ per registrare una conclusione di Ceppi dal limite respinta da un difensore in prossimità della linea di porta. Al 40’ discesa di Cavallari che arriva sul fondo e crossa sottoporta, sfera bloccata dall’ex Gandini, ma a centro area era piazzato liberissimo Lucente che avrebbe potuto aver maggior fortuna. Al 43’ punizione di Ceppi dal limite, Gandini si distende e mette in corner.
La ripresa si apre con lo stesso canovaccio e con apparente maggior convinzione. Al 51’ una respinta corta della difesa locale dà l’opportunità a Cavallari di tentare la conclusione al volo ma l’esito non è dei migliori. Passa un minuto ed è la volta di Brambilla ma ad andare veramente vicino al vantaggio è Dell’Occa al 56’ che con un’azione personale, dopo aver superato in slalom tre avversari impegna severamente Gandini. Mentre i bianco-azzurri faticano a sfondare, i locali al primo alleggerimento trovano al 62’ l’inaspettato vantaggio grazie ad una sfortunata autorete di Tagliabue. Assorbito lo sconcerto gli ospiti si gettano i avanti costringendo alle corde i bianconeri locali. Al 71’ la conclusione di Cavallari termina di poco fuori, al 77’ Dell’Occa la piazza all’incrocio dei pali ma la sfera manca di pochissimo il bersaglio, all’ 82’ è ancora Cavallari su punizione ad impegnare Gandini, all’86’ ci prova Lucente ma ancora l’estremo locale respinge. Il tempo stringe ma all’88’ la determinazione viene premiata grazie ad un netto rigore assegnato per atterramento di Dell’Occa, abile a inserirsi tra difensore e portiere in uscita: sul dischetto si presenta Donnadio che gonfia la rete. Il pareggio raggiunto fa sperare in qualcosa di più ma porta anche una deleteria frenesia che all’89’ rischia di compromettere tutto: palla persa sulla trequarti lissonese, servizio in verticale per Cascello che prende d’infilata la difesa e si presenta davanti a Citterio che di piede respinge.
E’ questo, di fatto, l’ultimo sussulto di una gara che consegna alla truppa lissonese, visti i risultati sugli altri campi, un sesto posto in classifica che non può soddisfare a pieno le aspettative societarie. Ricaricare le batterie e ripartire con il piede giusto sarà fondamentale per iniziare il girone di ritorno positivamente, e le prime gare (Colicoderviese, Agrate e Barzago) diranno quanto questa AC Lissone può ancora dire e fare per confermarsi nei piani alti della classifica.
In attesa del 14 gennaio, non ci resta quindi che augurare a tutti i sostenitori dell’AC Lissone un gioioso Santo Natale ed un 2018 pieno di soddisfazioni.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES, L’AC CREA, IL CANTU’ VINCE

AC LISSONE – CANTU SANPAOLO   2-3
AC LISSONE : Buccelloni, Narducci (46′ Biancardini), Archesso, Ciofi (86′ D’Aloiso), Vecchio (85′ Marone), D’Amato, Medici (63′ Rodas), Orlandi, Sala, Fresca, Trombetta (81′ Schiraldi). A disp. Spessato, Forastiero. All. Rampinelli.
CANTU SANPAOLO : Centurelli, Tagliabue, Malacrida, Frangi, Trongadi, Salvadori, Cappelletti (64′ Collà), Maggio, Lorenzo Cantaluppi, Marchiori (75′ Mascheroni), Pasqualin (67′ Guglielmo Cantaluppi). A disp. Perri, Gatti, Panzetta, Ghirardi. All. Pili.
MARCATORI : 8′ Marchiori (C), 15′ Sala (ACL), 32′ autorete D’Amato (ACL), 36′ D’Amato (ACL), 71′ Tagliabue (C).
ARBITRO : Lembo di Seregno.
AMMONITI : Ciofi, Medici e Fresca (ACL); Pasqualin e Trongadi (C).

E’ grande il rammarico per la Juniores di Rampinelli, che paga dazio in casa col Cantù al termine di una partita che doveva terminare col segno “1” in schedina. Il primo tempo si chiude in parità per merito del fendente di Marchiori e del guizzo di Sala, ma anche per la mancata uscita di Buccelloni battuto dalla deviazione di un D’Amato che poi si riscatterà irrompendo di testa sulla punizione di Ciofi. La ripresa è un contare occasioni potenzialmente determinanti a favore dell’AC (Trombetta, Medici, Sala, Fresca, Ciofi), in quei primi 25 minuti passati nella metà campo canturina, nei quali si contano anche due mancati rossi ai danni degli ospiti (fallo da ultimo uomo su Fresca ed uscita fuori area di Centurelli che, toccando il pallone con la mano, evita il facile gol di Sala); la bella girata di Tagliabue condanna infine la formazione Juniores a vedersi staccata dal Biassono (vincente col Bovisio) ed in più ora col fiato del Cantù che è sotto di una lunghezza appena.
Ora la pausa, per riprendere il 13 gennaio (ore 14.30) in casa contro il Molinello.

Ufficio Stampa AC Lissone

L’AC DOMA IL REAL… MILANO

AC LISSONE – REAL MILANO   3-0
AC LISSONE : Citterio, Motta, Walter Brambilla, Tagliabue, Colombo, Ceppi, Brasca, Lucente, Dell’Occa (65′ Vacri), Cavallari (90′ Gebbia), Centemero (82′ Suppa). A disp. Buccelloni, Liprino, Cicchetti, Gelosa. All. Avella.
REAL MILANO : Bignotti, Morlacchi (83′ Cintioli), Di Maggio, Testi, Rapone, Polledri, Scavo (89′ Lo Re), Cagnazzi (63′ Martellotta), Villa, Saulo Brambilla, Merafino (83′ Sanna). A disp. Forgia, Silvestre, Verdi. All. Di Pasquale.
ARBITRO : Serioli di Lovere.
MARCATORI : 14′ Tagliabue, 80′ Cavallari, 91′ Lucente.
AMMONITI : Walter Brambilla e Dell’Occa (ACL); Polledri e Scavo (RM).

Dopo l’inciampo di Ronco Briantino, l’AC torna ai tre punti approfittando della situazione non certo idilliaca del Real Milano che schiera tanti giovani con le “chiocce” Villa (ex Pro) e Scavo (che torna in via dei Platani dopo l’ormai famosa espulsione nel playout 2016, quando cioè indossava la maglia del Vis Nova).
Sbagliano Cavallari e Centemero in apertura, quindi per il gol occorre attendere l’inzuccata di capitan Tagliabue sull’angolo di Ceppi, sostituto in cabina di regia dello squalificato Donnadio. La gara prosegue non bella, col risultato mai veramente in discussione, ma anche mai definitivamente appannaggio della formazione di Avella, che non la chiude.
Nella ripresa i milanesi sono più frizzanti, sebbene Citterio venga scomodato più dalla neve che dalle conclusioni degli avanti di Di Pasquale. Nel finale – finalmente – la parola fine all’incontro, sotto forma di girata di Cavallari (traversone di Brambilla) e di sigillo di Lucente, che così arriva al quinto gol nelle ultime sei gare (Ponte Lambro, derby, Arcore, Costamasnaga e oggi).
Col pareggio della Pontelambrese a Vimercate, il Lissone aggancia proprio i comaschi al quinto posto e accorcia sia sulla terza piazza (Barzago e Colico sono a due punti) che sulla seconda, occupata dalla Dipo che ora è distante quattro lunghezze.

Ufficio Stampa AC Lissone

JUNIORES, PROSEGUE LA LEGGE DEL TRE

SERENZA CARROCCIO – AC LISSONE   0-3
SERENZA CARROCCIO : Bianchi, Monti, Orsenigo (48′ Gaverini, 84′ Cavallini), Penati, Stefano Marelli, Alessandro Marelli, Tranquillini (32′ Scattarreggia), Andreotti (71′ Maspero), Bonfanti (60′ Sudati), Parlati, Biraghi. A disp. Nesa. All. Livio-Brenna.
AC LISSONE : Buccelloni, Forastiero, Archesso (88′ Marone), Ciofi, Vecchio, D’Amato, Medici (73′ D’Aloiso), Orlandi (60′ Rodas), Sala (84′ Narducci), Fresca, Trombetta (62′ Schiraldi). A disp. Spessato. All. Rampinelli.
MARCATORI : 43′ Ciofi, 52′ Medici, 81′ Sala.
ESPULSO : Biraghi (S).
AMMONITI : Alessandro Marelli (S); Trombetta e Ciofi (ACL).

Dopo la vittoria per 3-0 contro il Meda, la Juniores bissa il risultato facendo uscire il terno anche sulla ruota del Serenza. Nonostante il campo piccolo, la formazione di Rampinelli impone il proprio gioco, scegliendo il momento migliore per passare in vantaggio, ovvero poco prima del riposo, e la rete viene firmata da Ciofi.
Ripresa in controllo dopo il sigillo di Medici, poi nel finale il guizzo di Sala: “Ma ora bisogna continuare così – ammonisce il mister -, con questo spirito e con questa mentalità”. Dopo questo successo, l’AC mantiene il secondo posto insieme al Biassono, accorciando lievemente sulla Lentatese che colleziona il terzo pareggio stagionale impattando a Cantù: ora i punti di distacco dalla capolista sono sette, e sabato chiusura in casa proprio contro i canturini.

Ufficio Stampa AC Lissone

L’AC LISSONE SFOLTISCE LA ROSA

La società AC Lissone comunica l’uscita dalla rosa partecipante al Campionato di Promozione dei seguenti giocatori:
Dejan Bacchin (portiere, classe 1997) rientrato all’Ardor Lazzate, proprietario del suo cartellino;
Claudio Castelmare (esterno offensivo, classe 1997) accasatosi in Promozione alla Speranza Agrate;
Andrea Visaggio (attaccante, classe 1998) accasatosi in Promozione alla Cob 91;
Marco Morabito (attaccante, classe 1983) accasatosi in Prima Categoria alla Cinisellese;
Oleg Albanese (attaccante, classe 1999) in attesa di sistemazione.

Fa.Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone

MERCATO INVERNALE: ALL’ AC ARRIVANO MARCO DELL’OCCA E ANDREA BOLIS

Si è appena aperto il mercato invernale che l’AC Lissone ha subito piazzato due colpi: infatti, proveniente dal NibbionnOggiono è arrivato nella società bianco-azzurra l’esterno offensivo Marco Dell’Occa, classe 1998, mentre dal Legnano è arrivato l’ esterno difensivo Andrea Bolis, classe 1997.
Ma conosciamo meglio i due nuovi arrivati: Dell’Occa, dopo esser partito dal settore giovanile del Seregno, passa alla Folgore Caratese dove gioca nella Juniores Nazionale collezionando anche alcune presenze in Serie D, passa quindi in Eccellenza accasandosi al NibionnOggiono;
Bolis, con un recente passato negli Allievi Nazionali del Milan e nella Primavera del Novara, passa poi al Legnano, società dalla quale giunge a Lissone.
Nella foto il DT Lampugnani tra Dell’Occa a sinistra e Bolis a destra.

Fa. Ver.
Ufficio Stampa AC Lissone